Silvia Manfredini

Creative Wedding Photography

Il percorso che mi ha portato ad essere una fotografa matrimoniale professionista parte da lontano, devo forse ricercarlo nella mia infanzia quando nell’atelier di mio nonno Angelo lo osservavo dipingere i suoi quadri naïf che riuscivano a raccontare in maniera dettagliata le storie del piccolo paese di montagna in cui abitavamo. L’arte ed il disegno mi hanno sempre accompagnata fino a quando, a 19 anni, decisi di intraprendere lo studio del fumetto e dell’illustrazione per l’editoria all’Accademia delle Belle Arti di Bologna.
In quegli anni ho preso in mano per gioco una reflex (una vecchia minolta X-700 di mio padre) e qualcosa si è acceso, ho deciso di iniziare a raccontare delle storie a modo mio: fotografavo i ragazzi pensierosi sull’autobus che ascoltavano la musica, i piccioni prepotenti e non curanti delle persone in piazza del Nettuno, gli studenti in via Zamboni che frettolosamente e sempre in ritardo si avviavano verso le lezioni della giornata, le statue, la pioggia, i treni… quante foto ho scattato e quante storie ognuna di loro aveva da raccontarmi.

La passione per il mondo della fotografia è così cresciuta e diventando sempre più abile ho deciso di intraprendere la mia avventura con tanta paura e tanti sogni nel cassetto.
Da allora sono passati quasi 4 anni e ho avuto la possibilità e la fortuna di immortalare svariate cerimonie, adoro fare questo mestiere, adoro conoscere gli sposi, aiutarli, ascoltarli e adoro raccontare la loro storia che diventa anche un po’ la mia e che ogni volta mi arricchisce come persona e come professionista.
Per fare questo mestiere ci vuole pazienza, esperienza e dedizione, credo che non tutti sono in grado di poterlo fare e lo dico senza presunzione, devi esserci portato e sentirtelo dentro.